LA SCELTA DI FRANCISCA: TRAMA

La telenovela narra la storia di una famosa compositrice e musicista brasiliana, Francisca Edwiges Gonzaga, detta Chiquinha.

Nata nell'ottobre del 1847 e morta nel 1935, Chiquinha è stata la prima a mescolare la musica europea come il valzer e la polka ai ritmi africani del samba, creando un nuovo genere musicale.

Chiquinha scandalizzò nell'800 la società carioca con le sue idee liberali e la popolarizzazione del samba come musica genuinamente brasiliana.

La telenovela inizia con uno spettacolo in omaggio di Chiquinha Gonzaga (Regina Duarte), che compie 87 anni e la donna assiste alla rappresentazione dei momenti più significativi della sua vita.

Così inizia a ricordare la sua storia: figlia di Rosa Maria de Lima (Solange Couto) e del maggiore José Basileu (Odilon Wagner), Francisca viene rifiutata dal padre appena nata.

Il severo Basileu ordina alla mulatta Rosa di lasciare la bambina nella ruota dei trovatelli in una chiesa, in modo che fosse accolta dalle suore.

Rosa, nonostante voglia tenere la figlioletta, obbedisce, ma prima di girare la ruota viene fermata dal maggiore che, pentito, decide di riconoscere la bambina come sua figlia e vivere la sua storia d'amore con Rosa alla luce del sole.

La bambina viene battezzata col nome di Francisca Edwiges Neves Gonzaga.

Francisca, detta Chiquinha, viene cresciuta sotto la tutela dei migliori professori e inizia ad amare molto la musica, tanto che, appena compiuti 11 anni, compone la prima canzone.

Chiquinha cresce e arriva all'età del matrimonio. Suo padre, dopo un ballo, decide di darla in sposa a Jacinto Ribeiro do Amaral (Marcello Novaes), che aveva danzato con lei in quell'occasione.

Chiquinha non ama la vita di corte e nemmeno l'idea di sposare un uomo verso il quale non prova nessuna attrazione e che è così lontano dal suo mondo.

Ma, non potendosi opporre alla sua decisione, sposa Jacinto, il quale, inizialmente la appoggia e la porta anche ad ascoltare un gruppo di musicisti guidato da Joaquim Callado (Norton Nascimento), che suona un misto di polca e lundu.

Ma poi, notando che la donna si avvicina sempre di più ad ideali non condivisi da lui, le proibisce di suonare il piano, rinchiudendola in casa come una prigioniera.

Passano gli anni e Chiquinha, non potendo sopportare una vita fatta di privazioni e sofferenze, decide di scegliere la musica e separarsi dal marito, nonostante i loro 3 figli.

La decisione di Chiquinha lascia sconcertato Basileu, che rifiuta la figlia, fancendo finta di non averne mai avuta una.

Libera e indipendente Chiquinha può vivere anche la storia d'amore con l'ingegniere e musicista Joao Batista de Carvalho Jr. (Carlos Alberto Riccelli), dal quale ha una bambina, Alice.

Accanto al suo amore, Chiquinha (Regina Duarte) inizia una nuova fase della sua vita in una fazenda di Minas Gerais.

Ma Joao Batista ha una relazione con Suzette (Danielle Winits nella prima fase e Suzana Vieira nella seconda), la proprietaria di uno dei maggiori cabaret della corte.

Chiquinha scopre che la vecchia relazione con la soubrette non è finita, ma lo coglie in flagrante con un'altra donna.

Non accettando il tradimeno, Chiquinha pone fine alla relazione con l'ingegnere e ritorna a Rio de Janeiro, abbandonando a malincuore la figlia Alice che non può mantenere.

Chiquinha va a vivere nella soffitta del locale dove va a suonare per sopravvivere, e partecipa a tutti gli incontri musicali della città.

Passano gli anni e Chiquinha compie 52 anni. In questa occasione conosce il giovane Joao Batista (Caio Blat) con il quale vive una storia d'amore, nonostante l'enorme differenza di età tra i due.

Con Joaozinho vive gli ultimi anni della sua vita, ed è al suo fianco che assiste allo spettacolo al Teatro Municipale, spettacolo che apre la telenovela.