GABRIELA: TRAMA

Traduzione Trama: LINK

TRAMA PRINCIPALE

 

La storia di Gabriela si svolge nel 1925, quando lei e lo zio lasciano il sertao dove hanno della terra, ma a causa della siccità, non da frutti. Durante un viaggio estenuante, lo zio muore e la ragazza prosegue con due uomini che conosce durante il cammino, Negro Fagundes e Clemente, fino ad arrivare al mercato “dei fuggitivi” a Ilheus. È qui che Gabriela conosce Nacib, uomo della borghesia di Ilheus e padrone del bar Vesuvio, che gli offe un impiego di cuoca. Così comincia il loro amore.

Innamorato, Nacib non si rassegna: gli uomini ora vanno al suo bar non solo per bere e mangiare ma per vedere la nuova bella cuoca, che riceve proposte per essere amante dei vari colonnelli. La verità è che dove passa Gabriela gli occhi dell'intera città si posano su di lei.

Con timore di perderla, Nacib la chiede in sposa, pensando di poterla domare e trasformarla in dama della società. Si sposano, ma l'autorità imposta dal marito fa intristire Gabriela ogni giorno di più. Per peggiorare la situazione, Zarolha, un vecchio amore di Nacib al Bataclà, bordello della città, sente gelosia per la bella mora e fa di tutto per separare la coppia.

Nonostante sia sposata, Gabriela non frena i suoi desideri. Quando cortegiata da Tonico Bastos, uno dei migliori amici del marito, lei cede e accetta di andarci a letto. I due sono colti in flagrante da Nacib, che vuole ucciderli, ma non ha il coraggio. Devastato, Nacib riesce ad annullare il matrimonio.

Ognuno va per la sua strada, ma senza riuscire a dimenticarsi. Gabriela sente la mancanza del suo uomo e si intristisce sapendo che Nacib ha assunto un nuovo cuoco. Succede che i piatti però non sono graditi, e il cuore di Nacib è sempre spezzato. Nemmeno Zarolha riescea essere la soluzione, soprattutto ora che si sposerà con il colonnello Manuel das Onças e diventare donna di rispetto.

Con il passare del tempo, Gabriela si riapprossima dall'ex marito e è assunta per cucinare nel nuovo ristorante che lui apre con Mundinho Falcao. Sempre più vicini, i due capiscono che malgrado non possano cambiare le loro personalità non possono nascondere l'amore che sentono. Così si rimettono insieme.

Ilheus, la città dove arriva Gabriela, è comandata dal “colonnello dei colonnelli”, Ramiro Bastos. Padrone di molte fazendas di cacao, sindaco della città, il colonnello non ammette che la democrazia si istalli nella sua città. Le sue terre furono conquistate con la forza, questa è la regola che impera nella città, mantenuta dai colonnelli, come Melk Tavares, fedele scudiero di Ramiro. Fanno parte del gruppo che comanda la città: Jesuino, Amancio, Coriolano, Altino, Manuel das Onças, Eustaquio e Riberinho. Insieme, loro sono il ritratto di un Brasile arcaico e moralista che resiste al progresso e al modernismo.

L'arrivo di Mundinho Falcao, un giovane politico di San Paolo, imprenditore milionario, arriva dalla capitale per liberare Ilheus dal “colonnellismo”. Le sue idee progressiste minacceranno il colonnello Ramiro e il suo gruppo. Commerciante di successo, presto si trasforma nel maggior esportatore di cacao della regione e vuole rinnovare il porto di Ilheus, consolidandosi come oppositore di Ramiro Bastos. Celibe e bello, è cercato da tutte le signorine e si rivela un grande seduttore.

Il confronto è inevitabile: da un lato, Mundinho Falcao, il progressista che vuole vedere l'economia di Ilheus libera; dall'altro, il colonnello Ramiro Bastos, conservatore che lascia che le navi si insabbino nel porto, facendo in modo che il cacao vada nelle mani dei governanti di Bahia. Mundinho decide di ufficializzare la sua discesa in campo in opposizione a Ramiro. Ma Mundinho si innamora di Gerusa, nipote prediletta di Ramiro.

È il colonnello Altino Brandao il primo ad allearsi con Mundinho Falcao, e suggerisce che si avvicini a Gerusa per forzare una possibile alleanza politica. Così Gerusa si innamora di Mundinho. La figlia del medico e deputato Alfredo Bastos e di Conceiçao è la tipica signorina delle terre del cacao. Il problema è che il nonno ha già promesso la mano della nipote a Juvenal, figlio del colonnello Amancio.

L'amore proibito affronta tutti gli ostacoli. Quando il colonnello Ramiro scopre l'amore della nipote per l'oppositore, minaccia di rinchiuderla in un convento. Di nascosto, Gerusa e Mundinho fanno un piano per fuggire dopo il diploma della ragazza, ma tutto va a monte e finisce per essere inviata, dal nonno, in un convento. Mundinho tenta di convincere il colonnello a concedere la mano di Gerusa, ma in vano, Mundinho e Gerusa continuano a vedersi di nascosto in convento, ma gli incontri presto vengono scoperti dalla madre superiora e arrivano alle orecchie del colonnello. Per un momento, pare che il destino dei due sia essere separati per sempre.

Il colonnello Ramiro, a sua volta, è innamorato di Maria Machadao, proprietaria del Bataclà che pensa di poter chiudere il bordello per andarea  vivere con il suo uomo. Come regalo riceve dal colonnello una fazenda di cacao. Il colonnello vuole vincere le elezioni a sindaco e poter finalmente convivere con Maria Machadao. Ma il destino ha altri piani per lui: in piena piazza, a mezzogiorno, il colonnello muore di infarto, permettendo alla città di progredire.

Gerusa è dispiaciuta per la morte del nonno, ma festeggia la libertà, sposandosi con Mundinho. Lui, a sua volta, è eletto sindaco con l'appoggio di tutti i colonnelli che in passato erano suoi oppositori. I due avranno un figlio che chiameranno Ramiro.

 

TRAME PARALLELE

Tonico da conquistatore a cornuto

 

Tonico Bastos, figlio del colonnello Ramiro Bastos, è il notaio della città. Nonostante sia sposato con la gelosissima Olga, con cui ha quattro figli, riesce a uscire tutte le notti, senza essere scoperto, per andare al Bataclà e approfittare della compagnia delle ragazze.

Per Olga, il marito è un santo. Ma Tonico, durante il pranzo, al bar Vesuvio, cerca di sedurre Gabriela alle spalle dell'amico Nacib. È Tonico che convince l'amico a sposarsi con la ragazza e lui farà il testimone. Riesce a sedurre Gabriela e a portarla a letto. Scoperti finisce sia il matrimonio tra Nacib e Gabriela che l'amicizia tra i due uomini.

Olga vive accusando le donne che tentano di sedurre il marito. Ma quando scopre la verità, non perde tempo e lo tradisce con Ezequiel. I due sono scoperti da Tonico, ma Olga non cede: dice al marito che sa di tutti i suoi tradimenti. Dopo tante liti, la coppia fa pace.

 

Malvina, la figlia del suo tempo

 

Figlia unica del colonnello Melk Tavares, Malvina ha uno spirito intraprendente, adora leggere i libri proibiti che Joao Fulgencio le vende. Vuole una vita differente da qualla della madre, Marialva. Josuè, il professore del liceo e poeta nelle ore libere, sospira per Malvina, ma è il forestiero Romolo, ingegnere della capitale, che smuove il cuore della ragazza. Senza sapere che Romolo è sposato, la ragazza si innamora. Romolo torna a Salvador e Malvina fugge di casa, alla ricerca di una nuova vita nella capitale. Lei e Josuè, che sta lasciando Ilheus, si incontrano per caso alla stazione e partono insieme.

 

 

Il triste destino di Sinhazinha

 

Sinhazinha è sposata con uno dei più brutali e duri dei colonnello, Jesuino. Trattata con freddezza, non sa cos'è l'amore: non è mai stata baciata e mai ha provato piacere con il marito. Devota fervente di San Sebastiano, è aiutante di Padre Cecilio e esempio di morale per la società. È un dolore ai denti che la porterà a conoscere il dottor Osmundo.

Durante la cura dei denti, i due parlano, si conoscono e si innamorano. Vivono una storia pericolosa, piena di emozioni e paure. I pochi momenti che passano insieme sono i più felici delle loro vite. E è proprio durante uno di questi incontri che Jesuino li scopre e il colonnello ammazza la moglie e il suo amante.

Nonostante i crimini, Jesuino non pensa di essere arrestato, inquanto la società tollera questo tipo di crimine d'onore. È chiamato a deporre ma non arrestato. Dopo poco, si sposa con l'ingenua Iracema, alla quale ordina di vestirsi con gli abiti della defunta moglie. Però Ilheus non è più la città di una volta e finalmente il suo crimine va in tribunale e Jesuino è condannato.

 

Bataclà

 

Tenuto dal pugno duro – e unghie smaltate – di Maria Machadao, il Bataclà è un bordello allegro, pieno di musica e piacere. È dove brillano gli anni '20. Le belle cortigiane, come sono chiamate le prostitute, vengono da tutti gli angoli del paese. Le regole sono rigide: quando una delle ragazze viene chiamata a sedersi al tavolo di un colonnello questa passa ad essere sua proprietà. E quando un uomo diventa protettore di una delle ragazze, significa che è esclusivamente sua.

È al Bataclà che Nacib e Zarolha hanno una relazione, prima che Gabriela arrivi in città. Zarolha sarà lider di una rivolta contro “le beate”, difendendo la partecipazione delle prostitute nella processione della città. La vicenda culminerà nello sciopero del sesso.

 

Tenuta e mantenuta


Il colonnello Coriolano, conosciuto per i suoi amori extraconiugali, non frequenta il Bataclà perchè ha già una protetta: Gloria, che porta a vivere nella vecchia casa di famiglia. La ragazza non può uscire e passa le giornate alla finestra guardando la vita passare. È considerata un affronto alla morale di Ilheus.

Tutti parlano male della ragazza. Solo Josuè osa approssimarsi a lei.

I due vivono una passione torrida, e Gloria comincia a regalare vestiti all'amante comprati col denaro del colonnello. Non ci vuole molto perchè Coriolano scopra tutto e espelle Gloria di casa. Ma lei non si preoccupa: già è prenotata da altri colonnelli come amante.

 

Da signorina a prostituta

 

Lindinalva è la classica ragazza della borghesia di Ilheus, i genitori padroni di una sartoria fanno in modo che la ragazza abbia una vita da ricca.

Innamorata del fidanzato, Berto, uno dei due figli del colonnello Amancio, Lindinalva vede la sua vita trasformarsi con la morte dei genitori. Lindinalva accetta l'aiuto economico di Berto, ma in cambio deve fare sesso con lui prima del matrimonio. Presto, il sesso pre matrimoniale diventa pettegolezzo e Berto la lascia.

Disperata, la ragazza chiede aiuto alla madrina Florzinha e alla sorella Quinquina. Ma difronte alla fama della ragazza le due “beate” le rifiutano l'aiuto. Senza soldi, Lindinalva è costretta ad andare a lavorare al Bataclà. Ma nonostante tutto, Juvenal, il fratello di Berto, si innamora della ragazza e lotta per riuscire a sposarla.