BETTY LA FEA

Informazioni

 

  • TITOLO ITALIANO: "Betty la... cozza"

  • TITOLO ORIGINALE: "Yo soy Betty, la fea"

  • PAESE DI PRODUZIONE: Colombia

  • ANNO DI PRODUZIONE: 1999 - 2001

  • TRASMESSO IN ITALIA: Happy Channel, dal 5 luglio 2004 al 24 febbraio 2005; Telenorba (Puglia), dal 25 ottobre 2004 al 17 maggio 2005; reti locali (tra le altre Tv Centro Marche, Antenna Sicilia, Teleroma 56 e Telenapoli), dal 2005

  • NUMERO EPISODI: 169

  • DURATA EPISODIO: 45 minuti

  • PRODUZIONE: RCN

  • REGIA: Mario Ribero

  • SOGGETTO: Fernando Gaitan

  • EDIZIONE ITALIANA: DELTAPROGRAMMI - Torino
  • DOPPIAGGIO ITALIANO: Mario Brusa
  • SIGLA: "Se dice de mi", interpretata da Yolanda Rayo.

 

Trama:

 

Betty è una ragazza intelligente e brillante, laureatasi nella facoltà di Economia con il massimo dei voti; l'unico suo grande problema è quello di essere molto brutta.
La giovane trova lavoro come segretaria presso una prestigiosa azienda di moda, per l'appunto Ecomoda che nel frattempo è in procinto di cambiare presidente, posto per il quale concorrono Armando Mendoza e Daniele Valencia, rispettivamente figli dei fondatori dell'impresa.
Armando, un uomo dalla fama di mujeriego, è riuscito ad accaparrarsi la maggioranza dei voti grazie a Marcella Valenzia, la responsabile dei punti vendita, una donna bella, affascinante e di classe con la quale è fidanzato. Infatti l'uomo scende ad un compromesso con Marcella, secondo il quale la avrebbe sposata a condizione che la donna gli avesse riservato il suo voto. Quindi Armando diviene presto presidente dell'Ecomoda sconfiggendo Daniele, fratello di Marcella e suo acerrimo nemico.
Armando rimane molto colpito dal curriculum di Betty e pertanto decide di assumerla. Nello stesso tempo Marcella, conoscendo la natura del suo fidanzato, gli propone come segretaria Patrizia, una sua cara amica, nella speranza che possa tenerla al corrente di tutte le sue scappatelle. L'uomo, per non destare alcun sospetto nella sua futura sposa, si vede pertanto costretto ad assumerle entrambe.
Betty riesce subito a sfoderare le sue straordinarie qualità intellettive ma nello stesso tempo si deve ben vedere da Patrizia e Marcella, le quali non perdono una sola occasione per screditarla. Per fortuna può contare sulla stima e la protezione del suo capo e sul pieno appoggio delle sue colleghe, un gruppetto di ragazze un po' trascurate e prive di classe che hanno formato un'allegra combriccola sotto il nome de "la banda delle racchie".
La ragazza grazie all'aiuto delle amiche ma soprattutto alla sua padronanza nel campo dell'economia riesce presto a conquistarsi la fiducia del suo capo che la nomina assistente alla presidenza.
Nello stesso tempo Betty, lavorando fianco a fianco di Armando, finisce per innamorarsene e tutte le sere, prima di addormentarsi, si annota su un diario tutte le esperienze vissute nel corso della giornata e di cosa l'uomo significasse per lei.
Nel frattempo Daniele, che non nutre alcuna fiducia in Armando, convoca gli azionisti in una riunione durante la quale avrebbero analizzato le proiezioni di vendita e valutato l'operato del presidente. Armando riesce a superare lo scoglio della giunta grazie a Betty alla quale propone di truccare le cifre del bilancio per renderlo più credibile.
Intanto, resosi conto che il piano economico, presentato nella riunione nella quale era stato nominato presidente, è assurdo e irrealizzabile, intende creare un'impresa di facciata. Lo scopo è quello di attingere del capitale, del quale si sarebbe servito per chiedere dei prestiti con i quali riscuotere i debiti alle banche, sostenere le spese di produzione e retribuire il personale.
L'uomo delega a Betty, nella quale ripone piena fiducia, l'incarico per la costituzione di quell'impresa alla quale viene dato il nome Terramoda. La ragazza si rivolge a Nicola, un suo caro amico laureatosi in Economia, assieme a cui comincia a lavorare per mandarla avanti.
In Ecomoda intanto le cose precipitano, poichè, a causa di una serie di imprudenze commesse da Armando e Mario, il vicedirettore di produzione nonchè suo caro amico, l'impresa si indebita fino al collo. Quindi Armando, non avendo altra scelta, decide di consegnare l'Ecomoda nelle mani della Terramoda e i beni della prima vengono pignorati in favore della seconda, mentre Betty diventa la proprietaria di entrambe.
Nello stesso tempo, a causa dei pettegolezzi delle ragazze della banda, comincia a girare voce che Betty è fidanzata con Nicola. Mario, di conseguenza, insinua ad Armando il dubbio che i due possano tentare di impossessarsi dell'impresa. Quindi lo istiga ad avere una relazione amorosa con Betty in modo da non perdere il controllo della situazione. Armando, soggiogato da Mario, comincia a corteggiare Betty, fingendo di amarla, invitandola nei locali e lasciandole tutte le mattine sulla sua scrivania un regalino accompagnato da un bigliettino romantico.
Betty trascorre momenti speciali e indimenticabili; quello che per lei era solo un sogno sembra essere diventato realtà. Al contrario per Armando è un autentico supplizio poichè è abituato a frequentare solo ragazze belle e attraenti.
Passano i giorni e Armando finisce per cadere nella stessa trappola che aveva teso a Betty. Infatti l'uomo, dopo aver trascorso con la ragazza momenti teneri e passionali, si rende conto di provare per lei qualcosa che non ha mai sentito per nessun'altra donna.
Un giorno gli azionisti dell'Ecomoda sarebbero dovuti partire per un viaggio di lavoro quando Armando è costretto a trattenersi a causa di un colloquio con alcuni fornitori. Mario gli lascia un pacco in cui sono contenuti i piccoli doni e i bigliettini che Armando avrebbe dovuto regalare a Betty fino al suo ritorno e una lettera nel quale erano riportate le istruzioni su come avrebbe dovuto comportarsi in quella che lui definiva "la storia d'orrore" con la sua assistente.
Betty, incuriosita, lo apre e scopre il meschino inganno del quale è stata vittima, piombando in una profonda e straziante amarezza. La ragazza, benchè distrutta dal triste destino del quale è stata vittima, riesce a farsi coraggio e promette a se stessa di vendicarsi del suo capo fingendo di non aver scoperto nulla. Quindi comincia a rifiutare i suoi inviti ed a farlo ingelosire con Nicola. E' proprio in queste circostanze che Armando scopre di essersi innamorato di Betty della quale non riesce a spiegarsi il cambiamento. L'uomo spesso si reca nel suo ufficio per cercare di parlarle e arriva persino a scriverle personalmente dei biglietti, a differenza di quanto accadeva prima che ne era Mario l'autore ma Betty nei suoi confronti continua a dimostrarsi fredda e inflessibile.
Quando finalmente arriva il giorno in cui all'Ecomoda si sarebbe tenuta la riunione durante la quale avrebbero discusso l'operato di Arnando, Betty, anzichè consegnare i bilanci truccati, mostra quelli reali decretando così la fine della presidenza di Armando. La ragazza, che nel frattempo aveva dato le sue dimissioni, si vede costretta a raccontare a Marcella la sua storia col suo capo e questi, sconvolta e disgustata, decide di rinunciare a sposare Armando.
Betty, quindi, accetta il posto di lavoro offertole da Caterina, l'addetta alle pubbliche relazioni dell'Ecomoda, con la quale parte per Cartagena. La ragazza in tal modo ha la possibilità di evadere da quello che era diventato solo un inferno mentre Caterina la affida ad un'estetista che le cambia radicalmente l'aspetto estetico, trasformandola in una ragazza bella e attraente.
Nel frattempo Armando, rivela a Marcella i suoi veri sentimenti nei confronti di Betty, lasciando la donna tanto sconvolta quanto delusa. L'uomo, consapevole di essersi perdutamente innamorato della sua assistente e non sapendo come affrontare la situazione, trova rifugio nell'alcool e una notte si reca in un locale dove comincia a provocare i presenti i quali finiscono per picchiarlo e ridurlo in cattivissimo stato.
Per fortuna Marcella viene avvertita in tempo e, nonostante tutto, si reca da Armando per aiutarlo e in seguito lo accompagna nel suo appartamento. In quest'occasione Marcella e Armando decidono di concedersi una seconda possibilità.
Intanto gli azionisti dell'Ecomoda, dal momento in cui Betty non ha più dato sue notizie e convinti che la ragazza sia intenzionata ad impossessarsi dell'impresa, intendono farle causa e si rivolgono ad un avvocato.
Quando Betty fa il suo ritorno a Bogotà apprende ciò che sta accadendo all'Ecomoda, dove presto avrebbe dovuto recarsi per stringere un accordo con gli azionisti. La ragazza quindi si ripresenta in azienda dove tutti rimangono esterrefatti per il suo cambiamento e in particolar modo Patrizia, Marcella e Mario, i quali restano senza fiato, come ammutoliti.
L'avvocato dell'Ecomoda mette in chiaro la situazione delicata nella quale versa l'impresa e che, in caso di scioglimento della Terramoda, le banche e i creditori si sarebbero fatti avanti per chiedere il rimborso dei debiti. Pertanto era indispensabile che la Terramoda avesse continuato a funzionare mentre Betty sarebbe diventata la nuova presidentessa delle due aziende.
La ragazza, nonostante la grande disapprovazione di Marcella e Daniele, convinta da Roberto, il padre di Armando, si rassegna ad accettare la situazione a patto che l'incarico le venga attribuito per un periodo limitato. Nello stesso tempo decide di stravolgere completamente le strategie di mercato e incarica Ugo, lo stilista dell'azienda, di vestire le ragazze della banda. Con ciò desidera che l'Ecomoda non vesta unicamente la "donna bella" ma anche quella "normale" e che in ogni punto vendita ci sarebbe stato un consulente in grado di guidare una qualsiasi donna verso la scelta dell'abbigliamento più appropriato.
Ugo in un primo momento si dimostra scettico dinanzi all'iniziativa della nuova presidentessa ma Betty riesce a colpirlo nel suo amor proprio convincendo lo stilista ad accettare. L'uomo in cambio promette che dopo il lancio della collezione si sarebbe licenziato, poichè trova tutto ciò un oltraggio alla moda che secondo la sua filosofia considera sinonimo di estetica e di bellezza.
Nello stesso tempo Betty promette a Marcella che tra lei e Armando non ci sarebbe stato altro che un rapporto di lavoro. La ragazza in realtà continua ad amare l'uomo, senza sapere che questi la ricambia sinceramente mentre è convinta che provi nei suoi confronti solo una grande riluttanza.
Quindi arriva il giorno del lancio della collezione, dopo il quale Ugo si licenzia in pubblico, costringendo le ragazze della banda a sfilare dopo aver presentato quello spettacolo al quale aveva dato il nome "il sacrilegio". Betty non intende dargliela vinta e si reca nei camerini dove incita le sue amiche a scendere sulla passerella e dando inizio ad un defilè che viene accolto dal pubblico con applausi e ovazioni.
Grazie a ciò la collezione riscuote uno strepitoso successo ma Betty, scoprendo Armando assieme a un altra donna, Alessandra, un impresario venezuelano che ha conosciuto durante un viaggio di affari, crede che tra i due nel frattempo fosse nato del tenero.
In realtà Armando non ha mai potuto dimenticare Betty e considera Alessandra solo un'amica e, deciso finalmente a chiarire tutto con Marcella, si reca nel suo appartamento per rivelarle che intende interrompere definitivamente la loro relazione. Marcella rimane profondamente addolorata per la perdita dell'unico uomo che abbia mai amato ma, poichè non intende cederlo a Betty, decide di continuare a nasconderle quali fossero i veri sentimenti che l'uomo provi nei suoi confronti.
Intanto a Bogotà si fa vivo Michel, un giovane francese attraente e di classe, che Betty aveva conosciuto durante la sua permanenza a Cartagena. L'uomo propone alla ragazza di trasferirsi con lui altrove per dirigere assieme una catena di ristoranti.
Armando, avendo nel frattempo scovato il diario di Betty, spinto da una irresistibile curiosità, comincia a sfogliarne le pagine ed a leggerne il contenuto, rendendosi conto di tutto il male che le aveva fatto. Nello stesso tempo apprende che la giovane continua ad essere molto innamorata di lui e si accorge di avere delle speranze per potersi riavvicinare a lei.
Betty nel frattempo aveva accettato un invito a cena offertole da Michel quando si trova dinanzi a se Armando che la supplica di ascoltarlo e arriva persino a farle una dedica. La ragazza, la quale non crede nelle parole dell'uomo, convinta che dietro tutto continuino a nascondersi dei secondi fini, lo respinge nuovamente e, stanca della sua insistenza, decide di lasciare l'Ecomoda per accettare la proposta offertale da Michel.
Armando, saputa l'intenzione di Betty, vorrebbe lasciare l'Ecomoda nella speranza la ragazza desistesse dall'iniziativa ma nonostante tutto la giovane è irremovibile e desidera chiudere definitivamente quel triste capitolo della sua vita.
Marcella nel frattempo apprende che tanto Betty quanto Armando sono fermamente decisi a partire e, constatando che i due si amano e temendo il triste destino al quale sarebbe andata incontro l'Ecomoda nel caso in cui Daniele venisse nominato presidente, decide di parlare con Betty per rivelarle quali fossero i veri sentimenti di Armando. Pertanto si reca nell'ufficio della presidenza e confessa alla ragazza che in realtà Armando è sinceramente innamorato di lei e che, da quando l'uomo era riuscito a fare luce nella sua vita sentimentale, la loro relazione era diventata fredda e scostante.
Betty rimane tanto sorpresa quanto commossa per il bellissimo gesto della sua rivale che si accingeva a rinunciare all'uomo per il quale aveva dato se stessa. Quindi si reca in produzione, dove Armando si era appena recato per congedarsi dai dipendenti, e si riconcilia con lui.
Intanto Marcella e Patrizia decidono di partire mentre Daniele, non avendo altro da fare, si vede costretto a togliere il disturbo.
Tra Armando e Betty finalmente ogni equivoco è stato risolto e i due innamorati possono coronare il loro sogno all'altare.
Passano i mesi e Betty dà alla luce una bambina ma dalle facce dei presenti non sembra essere affatto "carina"... Tutto lascia credere che sia nata una "fea"!

 

 Cast:

 

ANA MARIA OROZCO - BEATRICE 'BETTY' PINZON
JORGE ENRIQUE ABELLO - ARMANDO MENDOZA SAENZ
NATALIA RAMIREZ - MARCELLA VALENCIA
MARIO DUARTE - NICOLA MORA
RICARDO VÈLEZ - MARIO CALDERÓN
LORNA PAZ - PATRICIA FERNÁNDEZ
LUIS MESA - DANIELE VALENCIA
JULIÀN ARANGO - UGO LOMBARDI
KEPA AMUCHASTEGUI - ROBERTO MENDOZA
TALÙ QUINTERO - MARGHERITA saenz
ADRIANA FRANCO - GIULIA SOLANO
JORGE HERRERA - HERMES PINZÓN
CELMIRA LUZARDO - CATERINA ANGEL
ALBERTO LEÒN JARAMILLO - SAUL GUTIERREZ
DORA CADAVID - INES PENA DE GOMEZ
STEFANIA GOMEZ - ANNA MARIA FUENTES
JULIO CESAR HERRERA - FREDDY STEWART
PAULA PEÑA - SOFIA RODRIGUEZ
DAVID RAMÍREZ - WILSON
LUCES VELÀSQUES - BERTA GONZALES
MARCELA POSADA - SANDRA PATIÑO
MARÌA EUGENIA ARBOLEDA - MARIANA VALDEZ
PILAR URIBE - MARIA BEATRICE VALENCIA
SAÙL SANTA - EFRAIN
MARTHA ISABEL - BOLANO JENNY
CARLOS SERRATO - OLARTE
DIEGO CADAVID - ROMANO
RUBEN OLIVIER BLANCO - MIGUEL ROBLES
ANGELLY MONCAYO - KARINA LARSON
VERÒNICA OCAMPO - CLAUDIA BOSH
PATRICK DELMAS - MICHELL
ELÍAS RIMA NASSIFF - DOTT. CONTRERAS
SCARLET ORTIZ - ALESSANDRA ZINGG